Telefono: 0341 20 05 25 Email: info@progettoitacaonlus.it                                                Trasparenza

Area Sociale

L’assistente sociale si occupa di tutte le fasi dell’inserimento sociale dei richiedenti asilo con l’obiettivo generale di riacquisire a ciascuno un buon grado di autonomia, favorire la conoscenza dei propri diritti-doveri, far loro apprendere e comprendere i servizi e le opportunità dal territorio. Per ottenere un orientamento e “una presa di confidenza” con l’ambiente urbano è importante anche dirigere lo sguardo verso le realtà associative socio-culturali, ricreative e sportive, formali ed informali, attive sul territorio. Inoltre, sono creati dei momenti di socializzazione in struttura tra ospiti e residenti del comune di insediamento per agevolare l’integrazione. Come ad esempio, la partecipazione dei richiedenti della struttura di Ballabio e dei residenti del paese (principalmente i bambini della scuola elementare) alla camminata per far proseguire il viaggio alla “Croce di Lampedusa” nel contesto del progetto “Portatela ovunque – Il Viaggio della Croce di Lampedusa” o l’adesione del centro di prima accoglienza di Airuno (bene demaniale sottratto alla mafia) ai Campi antimafia organizzati dall’Arci di Lecco, un percorso che ha guidato una ventina di ragazzi/e sui terreni confiscati alla mafia attraverso iniziative pubbliche e incontri informativi.

L’assistente sociale si relaziona con le realtà esistenti per definire e strutturare lavori socialmente utili sia per supportare gli ospiti nel processo di responsabilizzazione nel mondo del lavoro continuo sia per agevolare l’incontro casuale con membri della comunità.
L’obiettivo dell’autonomia lavorativa si persegue iniziando col comprendere le effettive competenze e i titoli di studio in possesso al richiedente, per poi passare all’aiuto nella preparazione del curriculum vitae, all’iscrizione ai servizi per l’impiego e alla ricerca del lavoro. Importante è formare il richiedente sui diritti e doveri del lavoratore, in quanto provenienti da culture e status molto differenti: è di norma, ad esempio, per loro lavorare alla giornata e non avere un impegno fisso e continuativo o essere pagati a fine giornata e non a cadenza mensile.

Infine, l’assistente sociale si muove per far acquisire all’utente l’autonomia abitativa e, quindi, monitora i percorsi degli ospiti per delineare le responsabilità acquisite, i corsi frequentati, l’impegno messo in gioco per inserirli poi in appartamento di modo che possano imparare nuovamente a gestirsi autonomamente nel quotidiano.

 

You are donating to : Greennature Foundation

How much would you like to donate?
$10 $20 $30
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
paypalstripe
Loading...
Top